mercoledì 29 febbraio 2012

Meraviglie del mondo: Barumini

Barumini è una località dell'interno della Sardegna, a 60 km a nord di Cagliari, dove sorge uno dei più complessi e importanti villaggi nuragici.
La civiltà nuragica si formò in epoca neolitica e raggiunse il massimo del suo sviluppo nell'età del bronzo. Prende il nome dalle Nuraghe, costruzioni a torre di forma tronco-conica all'interno delle quali sono ricavati uno o due vani coperti da una falsa cupola di massi che si restringe fino alla sommità. 
Esse erano già conosciute dai greci del IV sec. a.C., che ne apprezzarono l'armonia costruttiva dei loro interni e addirittura, nei loro racconti, cercarono di attribuirsi il merito della loro costruzione, inventando il mito di Norax (Norace, fondatore di Nora, la città più antica della Sardegna) venuto dalla Spagna con un numeroso seguito di coloni. 
Spesso i nuraghi sono isolati e limitati a un solo vano, altre volte invece hanno forme più elaborate e sono circondate da resti di capanne circolari, formando dei veri e propri villaggi, come nel caso di Barumini.
I nuraghe di Barumini sono molti, ma purtroppo della maggior parte ne rimangono solo pochissimi resti. Non è il caso però del "SU NURAXI", il meglio conservato e il più imponente di tutta la zona.
La costruzione più grande, chiamata appunto la "reggia SU NURAXI" , è una torre alta circa 20 metri ed è costruita senza l'uso di malta,  da grandi blocchi di pietra squadrati.
Essa contiene tre ambienti, detti Tholos, collegati da una scala a chiocciola ricavata nello spessore della muraglia, che sale fino al livello superiore, di cui ormai rimane ben poco e dal quale si può osservare tutto il territorio circostante.
All'interno si trova anche un ampio cortile, che aveva la funzione di raccolta dell'aria e della luce necessarie agli ambienti circostanti. Esso è dotato anche di un pozzo, alto 12 metri e largo 56 m, scavato quasi per intero nella roccia sino alla profondità di più di 20 metri. 
Come in altri insediamenti nuragici, anche a Barumini, all'edificio centrale originario, datato circa 1500 a.C., si aggiunsero in tempi successivi una serie di strutture difensive che lo trasformarono in una vera e propria fortezza.
Le 4 torri esterne che circondano il Su nuraxi sono collegate da un massiccio muro di pietra spesso 3 metri e per entrare si accedeva da una piccolissima porta, in seguito sigillata. Questo era un ingresso esterno, aperto in un tratto della muratura con delle architravi perfette, ed era sopraelevato di ben 7 metri dal suolo, tanto che era accessibile solo per mezzo di scale mobili di legno o di corde.
Le fortificazioni furono smantellate dai cartaginesi già nel VII secolo a.C., mentre il villaggio di capanne, che si formò tutt'intorno alla costruzione, sopravvisse fino al I sec. a.C. Tuttavia gli scavi portati avanti in questi anni, hanno dimostrato che queste zone furono abitate fino al III secolo d.C.
Le capanne, anch'esse rotonde come il nuraghe principale, probabilmente erano ricoperte con un tetto di legna e frasche. All'interno, nelle pareti, sono state ricavate delle nicchie che servivano come giacigli e per terra sono ancora visibili i segni della presenza di focolari.
In tutto il villaggio si trovano tracce di fognature e laboratori per uso collettivo e sono stati portati alla luce molti oggetti in bronzo, come scalpelli, coltelli, aghi e vari oggetti femminili per le acconciature e monili in ottime condizioni.
Questa fotografia, scattata nel 1937, mostra il nuraghe Su Nuraxi prima degli scavi.
Un gruppo di giovani del paese praticò un piccolo scavo con l'intento di penetrare nel nuraghe sotterraneo.
Prima di allora queste costruzioni non furono mai prese in considerazione, fino a quando, nel 1938,  l'archeologo G.Lilliu ne individuò la struttura e dalle prime analisi ne ricostruì la planimetria.
Fu solo nel 1940 che cominciarono i primi veri scavi, sempre diretti da Lilliu, che permisero una vera e propria analisi del sito.
Nel 1997 invece, viene inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell'Unesco, perché uno dei pochi esemplari riconducibili alla preistoria dell'umanità .

Meraviglia del mondo10

13 commenti:

  1. non sono mai stata in sardegna.
    dopo questo post mi piacerebbe andarci
    visitare quelle antichità deve essere emozionante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione!!! Immagino che emozioni si possono provare davanti a queste meraviglie!!! Poi per me la Sardegna è sempre stata solamente una meta turistica per le spiagge incantate....non immaginavo che l'interno fosse cento volte migliore!!!!
      Ciaoooo

      Elimina
  2. Hello, cri-val.

      Awe inspiring your works...
      It lets me feel warmth with the humanity.

      Thank you for your usual visit and heart.
      The prayer for all peace.

    Have a good weekend. From Japan, ruma ❃

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello Ruma, I'm glad you came here!!
      Thank you for visiting
      a hug
      Have a good weekend
      ^ ___ ^

      Elimina
  3. non la conoscevo! cavolo...è pensare che è italiana! grazie!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, lo sai che in questi giorni mi sono sentita più ignorante di un'analfabeta???? Dopo aver letto tanto di quel materiale sui nuraghe sardi, mi sono chiesta: "ma io dove vivo????" e pensa che ho postato solo una piccolissima parte di quello che ho "scoperto"!!!!
      Ciaooo ^___^

      Elimina
  4. Hello! Very interesting place! Thank You very much for Your visit! I am following Your blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks Amin!
      I am very glad of your visit!
      Thanks to the internet we can meet and talk with people so far away....
      this is fantastic!!!
      Have a good weekend
      Ciao ciao

      Elimina
  5. Io ho visitato in Sardegna dei nuraghi non molto lontano da Alghero (mannaggia...non ricordo il nome della località!) nel 1995....rimasi molto impressionata, sono testimonianze del passato davvero originali e belle.
    Questi di Barumini sono ancora più belli, non li conoscevo.
    E' sempre interessantissimo passare dal tuo blog, cara Cri!
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  6. Che bello scoprire le tracce di civiltà così antiche! Chissà che emozione vedere questo sito dal vero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, vero!!! Conoscevo i nuraghe, ma non sapevo che dietro ci fosse così tanto mistero... fantastici!!!
      Ciaooooo
      Cri

      Elimina
  7. Ciao! Passo di qui per avvisarti che nella "serata di gala" della premiazione del Giveaway veneziano si parla anche di te... puoi dare un'occhiata qui:
    http://colorarelavita.blogspot.it/2012/03/che-animale-e-venezia-premiazione-del.html
    :-)

    RispondiElimina
  8. Il trionfo è di chi scopre a fondo i segreti di un prodotto eccezionale. Scopri anche tu orologio da parete royal. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3NTY4NjQ3MywwMTAwMDA4MCxvcm9sb2dpby1kYS1wYXJldGUtcm95YWwuaHRtbCwyMDE2MTEwMixvaw==

    RispondiElimina

Grazie della visita!!! Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...