sabato 11 febbraio 2012

Argo

La figura di Argo, detto anche Panoptes, colui che tutto vede, o Argo dai molti occhi, è ricordata principalmente nell'ambito della vicenda che vede protagonista Io, figlia del dio fluviale Inaco, amata da Giove e trasformata dal dio in giovenca per scampare all'ira della moglie Giunone.
Accortasi dell'inganno, la regina degli dei chiede al marito di farle dono della vacca e affida l'animale alla custodia di Argo che, dotato di numerosi occhi, può allo stesso tempo dormire e vegliare facendoli riposare a turno.
Preoccupato per le sorti dell'amata, Giove chiede aiuto a Mercurio, il quale riesce a fare addormentare completamente Argo al suono del flauto e lo uccide.
Secondo altre versioni del mito il dio addormenta Argo con la sua bacchetta divina o ancora lo abbatte scagliandogli un sasso. Per rendere onore al suo servitore, Giunone appone i suoi occhi alla coda del pavone, animale sacro alla dea.

Argo viene raffigurato mentre, osservato da Mercurio, custodisce Io o mentre si addormenta al suono del flauto; i pittori lo ritraggono talora morto mentre Giunone pone i suoi occhi sulla coda dei pavoni con l'aiuto di amorini.

13 commenti:

  1. Vengo sempre con piacere da te Cri...i tuoi articoli sono interessanti e bellissimi, specie per una appassionata di mitologia che mi ritrovo, ma con poco tempo...
    Buon San Valentino cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabri!!!! Sono felice di ospitarti in questo piccolissimo salottino.
      Ciao e buon fine settimana
      ^____^

      Elimina
  2. Argo era anche il fedele cane da caccia di Ulisse, che aspettò vent'anni il suo padrone e lo riconobbe subito quando tornò dalla guerra, anche se era sotto mentite spoglie. Lo aspettò così tanto, e quando lo vide finalmente poté chiudere gli occhi e morire felice. Questa storia mi ha sempre commossa: nell'Odissea, oltre ad eroi gloriosi, c'è posto anche per una meravigliosa figura canina!
    Grazie per risvegliare questi ricordi "mitologici" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla!!! Anch'io come vedi ogni tanto mi perdo in queste storie fantastiche!!
      Qualche anno fa, ho letto l'Iliade e l'Odissea tradotta da Monti....mi è rimasta nel cuore!! Se ancora adesso, dopo tutto il tempo che è passato, chiudo gli occhi, mi sembra di rivivere alcune di quelle scene meravigliose!!!!
      Ciaooooo
      ^___^

      Elimina
  3. Hello, cri-val.

      Attractive works.
      You are the excellent artist.

      I thank for your usual and hearty support.
      And i pray for you and yours peace.
      
    Have a good weekend. From Japan, ruma ❃

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you, Ruma!!!!
      Good weekend,
      Cri

      Elimina
  4. PS. Vorrei invitarti al primo Giveaway di Colorare la vita: in palio c'è un libro ambientato a Venezia. Per saperne di più, ti lascio l'indirizzo della pagina:
    http://colorarelavita.blogspot.com/2012/02/giveaway-veneziano-la-verita-del.html

    RispondiElimina
  5. Grazie per essere passata dal mio blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere seguirti!!! Peccato solo che ho poco tempo a disposizione e non sono costante con la lettura dei post...
      Grazie anche a te per la visita ^__^
      Ciao e a presto

      Elimina
  6. Wonderful post..such powerful images and beautiful art!! I always love visiting you! your blog is so beautiful! and the red background is marvelous!!
    Victoria

    RispondiElimina
  7. è bello vedere come arte e mitologia si intreccino creando delle stupende immagini
    buona domenica ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio vero!!!
      Buona settimana....a te e al pupetto!!!!
      Un abbraccio :))

      Elimina

Grazie della visita!!! Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...